Lo zaino fotografico

Questione importantissima prima di affrontare un viaggio fotografico è la preparazione dello zaino e tutta la conseguente attrezzatura. Situazioni come quelle che si presentano in avventure del genere richiedono al fotografo di essere all’altezza e pronto allo scatto. Prima regola: non lasciare niente al caso. Vediamo insieme come preparare lo zaino fotografico per un viaggio o safari in Africa, ma in realtà per qualsiasi altra destinazione nel mondo. 

 

La fotocamera 

Il primo consiglio quando ci si trova in giro per il mondo è quello di avere con sé due corpi macchina con diverse focali montate: ciò serve per essere pronti a fotografare immediatamente e non dover cambiare le lenti in situazioni difficili o poco comode; oltre ad avere subito la soluzione qualora ci fosse un problema con la fotocamera ufficiale. Cercate sempre di arrivare alla partenza del viaggio avendo buona dimestichezza con la macchina; se avete quindi intenzione di acquistarne una nuova, fatelo un po’ prima così da prenderci confidenza per tempo. 

In generale, dato che i luoghi che si visiteremo e le situazioni in cui ci troveremo saranno delle più disparate, consiglio sempre di optare per una fotocamera tropicalizzata e resistente alle più diverse condizioni atmosferiche (caldo, freddo, sabbia, polvere o pioggia). 

Per i viaggi che includono i safari, quando si fotografano animali nel loro habitat naturale, è imprescindibile riuscire a mettere a fuoco e scattare rapidamente. Punterei quindi a una fotocamera, reflex o mirrorless, con buone prestazioni in termini di velocità di scatto e di messa a fuoco.

 

Gli obiettivi 

Per mia esperienza, credo sia ottimale avere a disposizione diverse focali, per avere più varietà e fotografare soggetti a diverse distanze. In un viaggio fotografico, potremmo avere esigenze di scatto diversificate. In sintesi, non dimenticate di mettere nello zaino un grandangolo per i paesaggi, o per contestualizzare il racconto, un 50 mm per i ritratti, soprattutto se il vostro programma di viaggio prevede momenti a contatto con le popolazioni locali, e infine un teleobiettivo per la fauna. Per un safari fotografico, il top sono i super tele con focale oltre i 300 mm per ottenere scatti più ravvicinati degli animali. Eventualmente, si può considerare anche una focale inferiore abbinata a un moltiplicatore di focale, che però riduce le aperture di diaframma. Anche un tele zoom, eventualmente un 100-400, può essere un giusto compromesso; sono infatti comodi e versatili pur avendo una qualità inferiore alle ottiche fisse. 

Diego Giusti photo travel - Safari fotografici - Africa-27
Diego Giusti photo travel - Safari fotografici - Africa-30
Diego Giusti photo travel - Safari fotografici - Africa-6
Diego Giusti photo travel - Safari fotografici - Big five - Africa - popolo della terra - Himba - Namibia-14

Altri accessori: dallo zaino al cavalletto

Lo zaino per un viaggio fotografico deve essere capiente, funzionale e solido. Sceglietelo impermeabile per garantire protezione e sicurezza a tutta l’attrezzatura fotografica: in una parola, materiali idrorepellenti. Esistono brand fotografici con linee specificatamente dedicate alle attività outdoor, ad esempio la Adventury della Gitzo. Per i safari fotografici, valutate anche un prodotto che possa in qualche modo ridurre gli urti provocati dai tantissimi sterrati che si andranno a percorrere.

 

Ci sono altri accessori indispensabili per avere tutto sotto controllo in un viaggio in Africa. Visto che non sempre l’elettricità è presente, e spesso si sta fuori tutto il giorno, è bene portarsi molte batterie e più schede di memoria. Difficilmente incontreremo nella savana negozi di fotografia o elettronica. Non dimenticate poi le protezioni per gli obiettivi e la fotocamera, non solo per la pioggia ma anche per la polvere e la sabbia. Meglio avere inoltre con sé un kit pulizia con pompetta e pennellino da utilizzare la sera al rientro se ve ne fosse bisogno. Immancabile anche un paio di powerbank per caricare i propri dispositivi ovunque e infine, per chi può, un pc portatile, magari poco ingombrante, per vedere e commentare davanti ad un falò le foto con i compagni di viaggio e il il master fotografico.

 

Apriamo il capitolo cavalletto in viaggio. Io lo trovo utile in alcune situazioni e consiglio sempre di averlo a disposizione. In Africa, si può avere occasione di fotografare un meraviglioso cielo notturno oppure trovarsi in situazioni si scatta a valori iso molto bassi. Esistono molti prodotti specificatamente pensati per chi viaggia, capaci di coniugare robustezza a un peso non troppo elevato.  Nel caso specifico del safari fotografico, più che un treppiede opterei per il classico sacchetto pieno di fagioli da porre tra la fotocamera e il finestrino o il tetto dell’auto che aiuta ad eliminare vibrazioni e scattare in comodità. 

 

Il mio zaino fotografico

Spesso mi viene chiesto cosa porto nello zaino durante i miei viaggi fotografici in Africa e nel mondo. Anche per me non è sempre facilissimo scegliere l’attrezzatura: da una parte porterei con me tutto quello che possiedo, ma so di dover ponderare al meglio per per un fattore spazio e peso. Per cominciare, non mancano mai i miei due corpi macchina Nikon: ultimamente uso Z7II e Z6II, leggere e veloci. 

 

La scelta degli obiettivi è molto complessa e va in base alla tipologia di viaggio fotografico che mi attende. Se sono previsti safari, non mancherà il tele zoom, il mio fidato 400mm 2.8 Nikon; se invece il programma è incentrato più su popolazioni o paesaggi, lascio a casa i teleobiettivi e prediligo lenti con apertura focale inferiore a 2.8, visto che spesso mi trovo a scattare in situazioni di scarsa luce. 

Un altro must sono le batterie di scorta e memory card: mai trovarsi davanti ad una battuta di caccia di leoni e leggere “memory card full”. Se lo spazio me lo concede, inserisco sempre un piccolo drone ed una Gopro per documentare al meglio tutto da prospettive diverse, e perché no avere splendidi ricordi con i miei allievi. 

 

 

Per qualsiasi informazione contatta:
Diego Giusti : 338-1154922
Indirizzo Mail : info@diegogiustifototravel.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi